#lessonslearned: Speakers’ Corner 2020

Speakers’ Corner 2020
Video presentazione degli studenti/esse di Franklin University Switzerland – Università della Svizzera italiana – Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana: presenta la tua ricerca online / present your research online

Laura Cadenazzi, Hannah Gießler, Linda Leppänen, Olga Sironi, Giulia Tettamanti, Ramunė Tincani
E-learning course on omnichannel for internal training
Master in Digital Fashion Communication Università della Svizzera italiana – USI, in collaboration with Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne
“Come è cambiata la tua esperienza di apprendimento a seguito del COVID? La maggior parte di noi nel 2020 ha frequentato virtualmente lezioni, corsi di formazione o eventi. Dobbiamo confrontarci con questi nuovi metodi di apprendimento digitale…

 

Alessandro Mascheroni
The use of Artificial Intelligence and innovative Radars to improve elderly safety.
Master: Information and Communication Technologies Scuola Universitaria Professionale della Svizzera italiana – SUPSI
Partner University: The University of New South Wales (UNSW), Sydney, Australia Industrial Partner: Vitalcare Pty Limited , Sydney, Australia
“Have you ever had a relative in your family, such as a grandfather or a grandmother, who reached a point in their life where they could not live independently anymore? Are you interested in knowing how Artificial Intelligence could help old people live a better and safer life? If the answer is YES, then you might be interested in watching this video…”

 

Andrea Marino
Sviluppo di un End Effector riconfigurabile per la presa di tessuti
Master in Mechanical Engineering. Tesi svolta nell’ambito del Bachelor in Ingegneria Meccanica Scuola Universitaria Professionale della Svizzera italiana – SUPSI
Ho progettato una pinza meccanica studiata per muovere i tessuti e può essere considerata l’equivalente della vostra mano per un robot. Questa pinza meccanica permette di afferrare, sollevare e spostare oggetti da un posto all’altro, un po’ come fareste voi. Il problema di lavorare con i tessuti è che rispetto agli altri oggetti non sono rigidi quindi ogni volta che li prendete in mano e li spostate assumeranno delle forme differenti…

 

Bear Matthews
Astra Labs – Developing technology for those in need
Franklin University Switzerland – FUS
Imagine this: there’s an international non-profit whose sole mission is to develop technology for communities in need. It’s run completely by youth all around the world and today our applications currently serve over half a million users. Well, that non-profit is Astra Labs…

 

Jacopo Crespi, Marta Gadoni, Francesca Melcarne and Simona Scopazzini
PINNY – an App for booking amateur chefs at home
Master in Media Management Università della Svizzera italiana – USI
Stavo pensando che questa sera avrei proprio voglia di organizzare una cena tra amici… però non mi va di cucinare. Ma scusa il tuo ragazzo non cucina? Si, è anche molto bravo… però questa sera volevamo rilassarci un po’. Beh, potete ordinarvi una pizza! No, basta con le solite cose. Volevamo fare qualcosa di diverso… di speciale… magari di unico! Ok ho capito! Ho sentito di quest’app.. a quanto pare ti permette di portare uno chef a casa tua… si chiama qualcosa come Pinny…

 

Mattia Dellamora
NEMESI – Comunicazione offuscata all’occhio digitale
Bachelor of Arts in Comunicazione visiva Scuola Universitaria Professionale della Svizzera italiana – SUPSI
Nemesi è un carattere tipografico (realizzato da Mattia Dellamora) che non può essere letto dal computer, concretamente ho realizzato le singole lettere che vanno a comporre un alfabeto. I computer sono generalmente in grado di poter prendere l’immagine di un documento ed estrarne solamente i testi da questo documento. Nemesi impedisce proprio questo processo!

 

Chiara Crivelli
[E·motion] – La tipografia nel testo cinematografico
Bachelor in Comunicazione visiva, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera italiana – SUPSI “Mentre guardiamo un film suoni e scene ci portano a provare differenti emozioni. Ma cosa succede se l’elemento audio dovesse sparire? [E·motion] è un carattere tipografico ideato per la sottotitolazione dei film. Lo scopo è quello di aiutare ogni individuo alla comprensione di un filmato, ponendo una particolare attenzione verso un aspetto di traduzione emotiva della scena.

 

Sacha Jermini
Blockchain e Smart Contract. Un futuro senza costi di transazione?
Università della Svizzera italiana – USI
Ti è mai capitato di fare un acquisto online e di non ricevere quello che hai ordinato? Se la risposta è sì, probabilmente sai quanto possa essere difficile ottenere un rimborso. L’accordo che ti lega al venditore è una relazione economica e come tutte le relazioni economiche è regolato fino nei minimi dettagli da un contratto, ed è proprio questo che genera ambiguità in caso di imprevisto. La soluzione a questa situazione è lo smart contract, un contratto intelligente basato su blockchain…

 

Indra Mazzola
Gli Emoji e il loro utilizzo tra le generazioni della Svizzera italiana
Bachelor in Comunicazione, Università della Svizzera italiana – USI
Ogni generazione è cresciuta con dei riferimenti culturali diversi, anche l’uso degli emoji è differente tra generazione e generazione?

 

Thomas Tiotto
Explainable AI with Probabilistic Graphical Models
Master in Artificial Intelligence, Università della Svizzera italiana – USI
Negli ultimi anni l’intelligenza artificiale e più nello specifico il machine-learning hanno visto un successo incredibile in tutti i campi in cui sono stati applicati. Le nostre società stanno delegando un numero sempre maggiore di decisioni a questi sistemi automatizzati e diventa quindi sempre più importante capire il perché e il come queste decisione vengono prese. Ad esempio: se un’auto a guida autonoma causa un incidente di chi è la colpa?

 

Shkurta Gashi
Using mobile and wearable technologies to extend our understanding of human behavior
PhD Candidate, Faculty of Informatics Università della Svizzera italiana – USI
Lo sapevate che in natura la sincronizzazione avviene di continuo? Per esempio, gruppi di uccelli e pesci coordinano i loro movimenti in modo da potersi muovere tutti insieme. Sapevate che anche gli esseri umani fanno questo? Infatti quando due o più persone interagiscono tra loro tendono a sincronizzarsi l’una con l’altra…

 

Elena Di Lascio
Towards the use of digital devices to support people in their daily activities
PhD candidate, Faculty of Informatics, Università della Svizzera italiana – USI
Immagina per un momento di essere un insegnante, sei in questa classe piena di studenti e alcuni di loro seguono la lezione online, e non vedi gli studenti da remoto molto bene. Poi inizi a parlare e a spiegare e poi guardi i tuoi studenti: ti ascoltano? Sono contenti della tua lezione?

 

Laura Marciano
Predicting problematic smartphone use over time in adolescence. A latent class regression analysis of online and offline activities. Project website: Mediaticino.usi.ch
PhD candidate, Faculty of Communication, Culture and Society, Università della Svizzera italiana – USI “Un attimo… arrivo…” Quante volte avete visto utilizzare lo smartphone in questo modo negli adolescenti? Li vediamo felici e divertiti, ma fanno i compiti? Ma fanno sport? Ma dormono di notte? La mia ricerca si è focalizzata proprio su questa realtà, abbiamo seguito per ben sei anni 1.400 studenti del canton Ticino…”

 

Fabio Daniele
Applicazione della Process Failure Modes and Effects Analysis in un’azienda che produce dispositivi medici Master of Science in Engineering.
Ricerca svolta nell’ambito del Bachelor in Ingegneria Gestionale Scuola Universitaria Professionale della Svizzera italiana – SUPSI
Avete presente quando siete dal dentista, sdraiati sul lettino, e vedete accanto a voi il vassoio con tutti gli attrezzi che utilizza il dentista? Ecco quegli attrezzi noi supponiamo siano perfetti nelle loro funzioni e che non ci facciano del male. Ma in realtà questo concetto da un punto di vista aziendale non è così semplice. Quegli attrezzi sono prodotti da molte aziende, in grandi quantità. Ciascuno di questi strumenti deve essere controllato e deve essere perfetto. Questo ruolo è svolto da una o più persone a dipendenza della dimensione dell’azienda, deve essere svolto tutti i giorni con la medesima puntualità e precisione…

 

Puspita Ayu Permatasari
iWareBatik – Digital Technologies and Artificial Intelligence for Batik Intangible Cultural Heritage
PhD candidate, Faculty of Communication, Culture and Society, Università della Svizzera italiana – USI “Do you know what is this? This is a silk scarf. It is not just a scarf, it is a particular scarf from Asia, from Indonesia, from Central Java region. It was produced manually by hand, by ten people, for three months in a Batik workshop in Central Java. This scarf is a piece of art, what we call Batik. It is a mixture of creativity embedding the tradition of that specific village on Java iIsland…

 

David Petkov
Digital Dentistry Design
Bachelor in Ingegneria informatica, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera italiana – SUPSI
Quanto è importante un bel sorriso? Tutti noi abbiamo avuto bisogno o conosciamo qualcuno che ha avuto bisogno di una protesi dentaria. Ovviamente questo comporta molte visite, non sempre piacevoli, dal nostro dentista. In una prima fase può essere necessario creare un calco dei nostri denti, successivamente sono necessarie molte visite di controllo per poter verificare che la protesi si adatti al meglio la nostra bocca…”

 

Martina Ronchetti
Digital Fashion Competences: Market Practices and Needs during Covid19
Master in Digital Fashion Communication Università della Svizzera italiana – USI, in collaboration with Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne
La moda non è qualcosa che esiste soltanto negli abiti. La moda ci circonda e si evolve con noi, intorno a noi. Intorno a noi oggi una pandemia sta diffondendo sofferenza, sconvolgendo le nostre vite e danneggiando l’economia. In questa difficile situazione però un elemento chiave ci ha permesso di riabbracciarci virtualmente: la tecnologia. È stata infatti la tecnologia ad aiutare il settore della moda a far fronte all’impatto dannoso di questa crisi e a fare in modo che beni e servizi che venivano consumati di persona venissero invece garantiti digitalmente…

 

Arianna Rizzi
Il potere dell’archivio audiovisivo
Ricerca di tesi svolta nell’ambito del Bachelor in Scienze della Comunicazione Università della Svizzera italiana – USI
Possono gli archivi trovare spazio nel mondo del digitale? La risposta è sì e ce lo dimostra un evento della storia svizzera recente: il respingimento dell’iniziativa no Billag. Ma cosa hanno a che fare archivi, digitale e canone radiotelevisivo?

 

Elisa Barbieri
eLearning in the fashion industry
Master of Science in Economics Major in Management Università della Svizzera italiana – USI

 

 

Guarda altre #lessonslearned qui