#lessonslearned Speakers’ corner keynotes

Speakers’ Corner Keynote speakers!
05.10.2020, Palazzo dei congressi, Lugano

Giovanni Pellegri – biologo, ricercatore e direttore dell’Ideatorio – ci spiega quanto sia fondamentale comunicare nel modo corretto le nozioni scientifiche
Non abbiamo mai avuto cosi tante nozioni scientifiche da una società come oggi; abbiamo trasmissioni televisive 📺 e radiofoniche 📻, biblioteche 📚, wikipedia, internet 👩💻,… mai c’é stata cosi tanta informazione scientifica eppure c’é ancora un fossato tra la scienza e la cultura: lo scienziato e la scienza devono dunque essere dei membri attivi della nostra società in modo che si instauri un rapporto di fiducia e di dialogo.

 

Rina Corti – responsabile del Servizio comunicazione istituzionale SUPSI – Cristina Elia -Responsabile del Servizio comunicazione istituzionale USI – e Davide Gai – Director of Marketing and Strategy FUS – hanno spiegato l’importanza della collaborazione tra le università presenti sul territorio, tra i professori, i ricercatori e gli studenti. I buoni risultati dei ranking internazionali danno un valore aggiunto e sono frutto proprio di questi rapporti di collaborazione. Spesso il talento non é tutto… è importante mostrare delle emozioni mentre spieghiamo il nostro lavoro scientifico. 

 

Andrea Arcidiacono e Giada Marsadri – entrambi giornalisti 📰 e presentatori – hanno dato alcuni consigli su come parlare in modo sciolto davanti al pubblico e alle telecamere 🎦.
Il primo punto – e forse il più importante ed è quello di essere ben preparati sul tema in modo da far trasparire e trasmettere la propria passione al pubblico e anche per poter reagire ad eventuali imprevisti.”
Per gestire il panico Andrea ci rivela fa una corsa
al mattino per ossigenare il cervello, il segreto di Giada sta invece nelle luci puntate negli occhi del palcoscenico. Grazie a ciò non riesce a vedere i volti del pubblico, sente le persone ma non le vede e questo le trasmette sicurezza. 

 

Lorenzo Cantoni – prorettore per la formazione e la vita universitaria dell’USI e Professore ordinario – ha illustrato agli studenti le differenze tra presentare online👩💻  e in presenza:
“… In funzione dei diversi scenari bisogna cambiare più o meno la presentazione. La comunicazione non vuol dire solo parlare, se cio’ che viene detto viene compreso possiamo chiamarlo un atto di comunicazione. Dovete sempre chiedervi com’è il vostro atto comunicativo, quanto facilmente troverete qualcuno che lo potrà ascoltare, guardare e comprendere...”

 

Pablo Creti – responsabile dell’offerta digitale del Dipartimento cultura e società, RSI 📺 – ha dato dei consigli sull’editing raccontando l’evoluzione e la storia di successo di spam, una trasmissione di informazione ℹ️ che si é adattata al nuovo pubblico giovanile e ai nuovi social 📲.
La soglia di attenzione – prima che tu sposti la visione (e attenzione) da un video ad un altro, va tra i 10 e i 12 secondi. Questi secondi sono quindi fondamentali . Capiamo se un video é efficace o meno quando viene visualizzato dai 12 secondi in su (…) Abbiamo pensato che l’editing fosse fondamentale: ogni 5-10 secondi cambiamo inquadratura, effetti, cambiamo musica 🎶, inseriamo degli spezzoni di un film 🎬… in modo da tenere l’attenzione di chi guarda. Ricordatevi che la cosa più estrema, più forte che avete va all’inizio del video poiché il 70-80% delle persone infatti non arriverà alla fine🔚.

 

Andrea La Mesa, imprenditore e tech executive. Alcuni fattori chiave di un #pitch di successo per una #startup:
❶ Goal 🎯: riuscire a descrivere in una frase quello di cui si occupa la società , perché esistete come azienda.
❷ Problema: nell’industria del business troppi partono dalla soluzione, bisogna invece partire dal problema: quale è il problema che il vostro business risolve?
❸ Soluzione: è il cuore del processo creativo. Che cosa rende la tua soluzione qualcosa che ieri non esisteva?
❹ Perché? ⏰ Capire perché “ora” è il momento giusto.

 

Guarda altre #lessonslearned qui!